Lettori fissi

mercoledì 26 dicembre 2012

Pollo agrodolce

Gradito regalo di Natale è stato il Wok e relativo ricettario,  con il quale ho cucinato questo pollo in agrodolce veramente buono. Devo dire la verità, leggendo gli ingredienti della ricetta (che poi ho stravolto), non ero molto fiduciosa, invece il risultato è stato sorprendente.
Vi indico gli ingredienti ed il procedimento usato da me:
(dose sufficiente per tre persone)
300 g di petto di pollo
80 g di farina
1 cucchiaio di maizena
1 peperone
1 cipolla
120 ml di olio di oliva
sale
Salsa
30 g di zucchero di canna
8 g di maizena
60 g di aceto
4 cucchiai di passata di pomodoro

Tabella di marcia 
Unire la farina e il cucchiaio di maizena.
Tagliare il pollo a tocchetti, regolare di sale (deve essere un pò sciapo)  infarinare uniformemente.
Versare l'olio nel wok e far riscaldare bene, una volta caldo buttare i pezzi di carne e far cuocere, con il  coperchio, per circa 10 minuti, girando di tanto in tanto.
Quindi posare la carne su un piatto con della carta assorbente.
Strofinare il wok con della carta assorbente senza lavarlo.
Tagliare i peperoni a pezzetti, e la cipolla a striscioline sottili, regolare di sale, anche queste è bene che siano poco salate. Far cuocere, a fuoco sostenuto, per circa 10 minuti mescolando di tanto in tanto. Il wok deve stare con il coperchio.
Unire la carne ai peperoni e far andare, sempre a fuoco vivace per altri 5 minuti.
Preparare la salsa, mescolando in un pentolino i vari ingredienti che  poi vanno fatti addensare sul fuoco (ho usato il fuoco più piccolo) per pochi minuti.
Riaccendere il fuoco e mescolare rapidamente  la salsa alla carne e verdure.
Il secondo è pronto, eccolo qua.
Vi consiglio di provarlo è veramente ottimo.
Ciao Mary.

domenica 23 dicembre 2012

Il cuscino di Cecilia

Con questo post voglio augurare a tutte le persone che passano da me regolarmente (o occasionalmente) un sereno Natale che porti loro e ai familiari gioia e felicità.

Ho realizzato questo cuscino, che ora vi mostro, per Cecilia.
Alcune caratteristiche: è ricamato su puro lino dei F.lli Graziano, color grezzo per il davanti e lilla con righe color panna che disegnano dei quadrati la parte dietro. Ho usato il  filo n. 12 e 8 Ritorto Fiorentino in due tonalità di lilla. Misura cm 75x50.
Questo è il disegno d'insieme.
 Ho preso gli schemi dei motivi sull'ultimo libro di Punto Antico di Bruna Gubbini .
Vi mostro da vicino le farfalle.....

..... ed il fiore.
Il punto principale è il punto reale,  se volete vedere come si esegue lo trovate descritto, sul mio primo blog Dolci e Ricami,  in questo post.
Il perimetro è ricamato con il gigliuccio ed i due pezzi di stoffa sono uniti con un nastro che passa attraverso le XX del gligliuccio. Il fiorellino che vedete nell'angolo lo trovate descritto qui, mentre il gigliuccio è a vostra disposizione qua.
Di nuovo auguri .....
.... e tanti saluti, Paola.

venerdì 14 dicembre 2012

Un'americana in rosa

 
Ho ricamato questa tovaglietta americana per la mia amica Mary. Mi piace ricamare per lei in quanto   apprezza questo genere di lavoro ma soprattutto perchè è una mia cara amica.
Ho preso spunto da questo post , gli schemi dei ricami a punto reale sono tratti da uno dei  libri di punto antico di Bruna Gubbini.
E' ricamato su puro lino Riviera dei F.lli Graziano  nelle tonalità rosa e bianco, a quadrati per la tovaglietta e rosa in tinta unita per il tovagliolo. Per il ricamo ho usato il filo DMC, n. 12 per le stramature e per il punto vapore,  n. 8 per il punto reale ed erba scambiato.
Misure: tovaglietta cm 60x46,  tovagliolo cm 34x34.
Punti usati: p. realep. erba scambiato (che trovate nel mio primo blog "dolci e ricami"), p. vapore.
Ho bordato la tovaglietta con il gigliuccio semplice mentre il tovagliolo con l'orlo a giorno e poi mi sono divertita a ricamare fiori e farfalle.
Ecco nel complesso come si presenta il lavoro.
Delle quattro farfalle in due prevale il rosa e nelle altre domina il bianco.
 Lo stesso per i fiori.
I motivi sono uniti da un giro di punto erba scambiato color bianco.

Per i miei gusti è molto delicata e bella, anche se come dice Bianca le foto non sono un gran che!.
Ciao.


martedì 11 dicembre 2012

Pasta e patate

Mi ha insegnato questa ricetta la mia amica Mary, è un primo che potremmo chiamarlo, per la rapidità di preparazione,  il primo dell' ultimo minuto,  è veramente semplice da realizzare e buonissimo.
Ingredienti per 3 persone
1 patata grande tagliata a dadini (peso dopo essere sbucciata g 250)
100 g di gorgonzola dolce o stracchino (mia aggiunta)
250 g di pasta corta
sale
Preparazione
Nella pentola dove andremo a cuocere la pasta, quando l'acqua è in ebollizione, tuffare la patata tagliata a dadini e cuocere per 5 minuti. Trascorsi i 5 minuti buttare la pasta e il sale.
Mentre la pasta cuoce, facciamo sciogliere in padella i formaggi .........
Una volta cotta e scolata la pasta versiamola in padella e facciamo insaporire per un minuto.
Gustare calda.
Ciao

mercoledì 5 dicembre 2012

Sfilatura serpentina


Potremmo chiamarla "sfilatura dell'ultimo minuto" per la rapidità di esecuzione ma ciò nulla toglie alla sua raffinatezza, nella foto sopra ho usato un filo dorato, che devo dire, anche se un pò antipatico nella fase di lavorazione, ha dato un risultato soddisfacente. 
Vi mostro come si esegue.
Sfilare 8 trame, lasciarne 8 e sfilarne altre 8.
Eseguire l'orlo a giorno sui due lati esterni, prendendo 4 trame per volta, fate in modo che le colonnine che si formano vengano sfalzate (basta iniziare prendendo da un lato 4 trame e dal lato opposto 2 trame).
Dopo aver eseguito l'orlo a giorno, iniziamo la serpentina (per intenderci il filo marrone), si lavora sul dritto del tessuto da sinistra verso destra.
Avvolgere il filo  intorno le prime 2 trame.
Spostarsi sopra e prendere le prime 2 trame della seconda colonnina e le ultime 2 trame della prima colonnina (guardate l'ago che è più semplice).
Tornare al livello sottostante e procedere come sopra.
 Continuare così fino a terminare la sfilatura.
Bella vero? E non ditemi che è difficile.
Ciao ciao.